Rutilio Tauro Emiliano Palladio

Avvertenza per le pagine tratte da Wikipedia

Si raccomanda di controllare la cronologia dal sito originario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 
Stub Questa voce di letteratura è solo un abbozzo: contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.

Rutilio Tauro Emiliano Palladio (IV secolo d.C.) fu uno scrittore latino di agricoltura. Ricco proprietario terriero (con terre in Italia e Sardegna).

Compose un trattato L'opus agricolturae o De re rustica, formato da un libro introduttivo più dodici libri, uno per ogni mese dell'anno (con un'appendice in distici elegiaci sull'innesto) e per ultimo un libro (scoperto nel '900) di veterinaria.

Interessante è la sua lingua latina ricca di tecnicismi rurali e di volgarismi. Rimane l'ultimo autore di agronomia dell'antichità classica. Dopo di lui si verificò un vuoto almeno di otto secoli, fino a Pietro de' Crescenzi

Specialmente nel '500 furono pubblicate numerose edizioni, molto apprezzate dai bibliofili, in genere con le opere di Catone, Varrone, Columella.


Libri Scrittori: per genere · argentini · britannici · finlandesi · francesi · giapponesi · greci · italiani · latini · nicaraguensi · senegalesi · russi · spagnoli · statunitensi · tedeschi ·
Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Rutilio_Tauro_Emiliano_Palladio"