Lucio Giunio Moderato Columella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Avvertenza per le pagine tratte da Wikipedia

 

Lucio Giunio Moderato Columella (Gades, Hispania Baetica 4 d.C. - 70 d.C.) fu uno scrittore latino di agricoltura. Dopo la carriera nell'esercito (in cui arrivò al grado di tribuno in Siria nel 34 d.C.), ha incominciato l'attività di fattore. Il suo De re rustica, in dodici volumi, ci è pervenuto integro, e rappresenta la maggiore fonte di conoscenza circa l'agricoltura romana, insieme ai lavori di Catone il Vecchio e Varrone, i quali cita entrambi occasionalmente. Anche un piccolo libro sugli alberi (De arboribus) è stato tramandato interamente. Da notare che il libro X, in onore a Virgilio, è in esametri.

Ancora, Columella s'è avvalso di fonti a noi non arrivate, delle quali è perciò un importante testimone: Cornelio Celso, lo scrittore cartaginese Magone, Tremellio Scrofa, e molte fonti greche tra le altre.

Suo zio Marco Columella, "un uomo astuto ed uno splendido fattore" (VII 2.30.), aveva condotto esperimenti vari a livello zoologico, tra cui anche incroci di specie, ed molto influenzato gli interessi del nipote.

Columella possedeva fattorie in Italia, si riferisce in modo specifico ad alcune sue proprietà ad Ardea, Carseoli ed Alba Longa, e parla più volte della propria esperienza pratica in agricoltura.

Altri scrittori romani di agricoltura in periodo imperiale sono Rutilio Tauro Emiliano Palladio, Vegezio e Virgilio; nel periodo repubblicano oltre ai già citati Catone il Vecchio e Varrone, abbiamo Igino e Vitruvio, anche se dedicano meno importanza all'argomento.

Un editto di Diocleziano ci informa sui prezzi del materiale agricolo nel tardo impero. Una collezione bizantina di venti libri, Geoponica, include molto materiale del periodo romano e di quello greco. Dopo l'invenzione della stampa Columella fu uno degli autori maggiormente presenti anche con splendide edizioni.

[modifica] Importanza di Columella nelle Scienze Agrarie

A differenza degli altri autori latini che si sono occupati di agricoltura, ricordati quasi esclusivamente per la loro importanza letteraria, Columella occupa uno spazio importante nella Storia delle Scienze agrarie, (tanto che nell'opera dell'agronomo Antonio Saltini a Columella sono dedicate 71 pagine) [1]. per l'approccio contemporaneamente scientifico e di consigli pratici dato alla materia.

Per questo all'epoca dell'invenzione della stampa il trattato di Columella fu uno di quelli che ebbe più edizioni.

[modifica] Le principali edizioni (incunaboli e cinquecentine)

[modifica] Riferimenti

  1. Enciclopedia delle Scienze agrarie, di Antonio Saltini, Edizioni Edagricole, volume I, pag. 47/ 118
Libri Scrittori: per genere · argentini · britannici · finlandesi · francesi · giapponesi · greci · italiani · latini · nicaraguensi · senegalesi · russi · spagnoli · statunitensi · tedeschi ·
Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Lucio_Giunio_Moderato_Columella"